VIETNAM!! Gli orologi USA del periodo 1960-1975

Discutiamo di orologi militari e assegnati

Re: VIETNAM!! Gli orologi USA del periodo 1960-1975

Messaggioda Curelin » lunedì 13 maggio 2013, 18:04

bellissimo anche l'Astronaut, ed il Glycine Airman!

tornando ai Rolex, per "inadatto" non intendevo dire che fossero inaffidabili o poco resistenti, ma che un orologio così costoso, in un luogo così pieno di insidie, mi sembra...fuoriluogo!

non che l'Airman, il Seawolf o il Seiko 6105 fossero economicissimi (forse il Seiko di più), ma trovo un Rolex poco adatto perchè, in caso di rottura, il militare avrebbe buttato un bel pò di verdoni...
Avatar utente
Curelin
Rookie
 
Messaggi: 42
Iscritto il: lunedì 19 novembre 2012, 13:35

Re: VIETNAM!! Gli orologi USA del periodo 1960-1975

Messaggioda Klaus » lunedì 13 maggio 2013, 18:23

Ora ho capito quello che volevi dire!
Hai ragione da vendere, su tutta la linea, quando dubiti fortemente che ci fossero molti Rolex di "categoria 4"...
Ne dubito molto anche io!!
Per quelli assegnati, ovviamente...- l'amministrazione l'avrebbe fatto... e di buon grado, dato che si trattava di garantire forniture alle punte di diamante delle FF.AA. USA... :wink:
Di Rolex di acquisto privato... se ne sente parlare davvero poco...
Comunque i Rolex, in rapporto, non costavano le cifre che costano oggi: un Explorer costava quanto un Universal Polerouter... diciamo che le quotazioni dei Rolex sono salite molto più dell'inflazione... tanto che, alla fine, a conti fatti... a pari livello, finiscono per essere gli orologi tecnici a miglior mercato: tanto li rivendi allo stesso prezzo di acquisto se non a qualcosa di più... dopo anni di uso praticamente gratuito... è proprio questo che i detrattori di Rolex non digeriscono...

All'epoca, però, anche gli Accutron Astronaut erano molto costosi, ma erano comunque molto popolari tra i piloti della marina degli Stati Uniti, per la stretta connessione che c'è tra l'USNavy e la NASA.
C'era un molla che spingeva quei ragazzi a sostenere la spesa...
Non è un mistero che moltissimi dei piloti, dei collaudatori e degli astronauti della Nasa fossero ex piloti della marina.
Ed è anche logico che fosse così: le selezioni, infatti, avvenivano tra piloti abituati a lunghi periodi di isolamento, perchè imbarcati, e, soprattutto, molto avvezzi alle rapidissime accellerazioni e decellerazioni dovute a decolli e atterraggi sulle portaerei...

Per essere pilota ci vuole fegato, prontezza e tempestività nelle decisioni... per esserlo su una portaerei ce ne vogliono anche di più... immagina atterrare su un fazzoletto di "terra", semi-invisibile da lontano, che riesci a vedere solo pochi secondi prima di atterrare e neanche stabile, magari in condizioni di mare mosso... Per non parlare dell'abitudine agli "schiaffoni" sonori dovuti alle catapulte di decollo e ai tiranti di frenata, che tendono a staccare la testa dal collo...
Insomma, i piloti USNavy avevano già, di base, doti che facevano molto comodo alla Nasa...
Ovviamente, i piloti selezionati erano davvero pochi e gli altri... rimanevano imbarcati, ma con il loro Astronaut al polso, come vero e proprio status symbol di una categoria non proprio speciale e iper-popolare come gli astronauti, ma... appena un gradino al di sotto... :wink:

Il Glycine Airman, come anche lo Zodiac Aerospace GMT, costavano meno ed erano molto popolari tra i piloti USAF ed USMC, forse più numerosi al fronte.
Avatar utente
Klaus
Moderatore VP
Moderatore VP
 
Messaggi: 868
Iscritto il: sabato 2 agosto 2008, 14:32
Località: Roma

Re: VIETNAM!! Gli orologi USA del periodo 1960-1975

Messaggioda Klaus » martedì 14 maggio 2013, 19:50

Per quanto riguarda i seawolf, segnalo questo bel thread che ero stato tentato di trasferire nella nostra stanza...
viewtopic.php?f=3&t=11308
Avatar utente
Klaus
Moderatore VP
Moderatore VP
 
Messaggi: 868
Iscritto il: sabato 2 agosto 2008, 14:32
Località: Roma

Precedente

Torna a Orologi militari



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron