Tudor Prince Oysterdate 34

Discutiamo di orologi Rolex da collezione

Tudor Prince Oysterdate 34

Messaggioda celestograph » venerdì 12 aprile 2013, 17:01

Hans Wildorf desideroso di conquistare una fetta maggiore del mercato orologiero,verso la metà degli anni 40, creò un nuovo marchio per il quale ideò il nome Tudor.Questa nuova linea di orologi doveva rispettare le proverbiali caratteristiche di affidabilità,robustezza e impermeabilità di Rolex,ed essere commercializzata tramite gli stessi agenti concessionari a un prezzo decisamente più competitivo. Dato che la cassa era costruita direttamente da rolex,il risparmio si otteneva rinunciando generalmente a un costoso movimento di manifattura e adottandone uno più economico costruito dal consorzio delle ebauches. Cosicchè nelle varie epoche furono usati movimenti AS,ETA e Valjoux.


Tuttavia esiste una sola eccezione a quanto appena detto,vale a dire il soggetto di questo articolo



Il modello Prince Oyster ,il cui nome si rifà a un noto modello duodial degli anni trenta, appare agli inizi degli anni 50 ,in due versioni,con e senza datario




Immagine



caratterizzato da un quadrante unico nella produzione Rolex,bicolore con una fine lavorazione periferica a raggiera,e con le varie scritte che ne esaltano le caratteristiche tecniche (oyster=cassa impermeabile,Date= presenza del datario,rotor self winding=carica automatica con massa oscillante a rotore completo). La cassa in acciaio è di forma rotonda con tipiche anse a elica




Immagine




la corona di carica impermeabile a vite è la medesima dei coevi modelli Rolex di cui porta il logo




Immagine




fondello a vite con inciso il seriale e la referenza





Immagine



mentre all'interno compare il tipico logo tudor dell'epoca






Immagine

Immagine




come detto in precedenza il calibro390 senza data,(o 395 con data) è l'unico movimento Tudor che può essere considerato di manifattura in quanto su una base solo tempo a carica manuale FEF è stato applicato un modulo di carica automatica di progettazione Rolex con un rotore a farfalla simile al coevo calibro Rolex 1030


il movimento ha un diametro di mm 28,5 (pari a linee12 1/2) e un discreto spessore di mm 6,25, una frequenza pari a 18000 BPH ,17 jewels, spiale Nivarox e antiurto Kif-Trior sull'asse del bilancere con viti


da notare che anche il rotore di carica ha un dispositivo elastico sul suo asse a funzione protettiva
Avatar utente
celestograph
Moderatore VP
Moderatore VP
 
Messaggi: 5286
Iscritto il: domenica 12 settembre 2010, 20:12
Località: emilia

Torna a Rolex vintage



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron