Doppietta Seiko 6139

L'altro mondo: le produzioni vintage e contemporanee al di là del confine svizzero

Doppietta Seiko 6139

Messaggioda Curelin » venerdì 10 maggio 2013, 16:43

Per gustare maggiormente, aprire il link in una nuova pagina --->http://www.youtube.com/watch?v=uhw2V2Xt03w, schiacciare "play", prima di proseguire con la lettura :D ...



Ah, gli anni '70...! quanto avrei voluto vivere gli anni '70, magari negli USA, magari nella West Coast...
probabilmente, appena presa la patente per l'auto, invece di ricevere "in eredità" da mio padre una piccola auto sportiva da 1,4 litri, avrei avuto una Dodge Charger, da 7 litri, o una Chevrolette Chevelle, o una Ford Mustang MY 68, anche lei da 7 litri.
sarei subito andato in giro con gli amici, scorrazzando magari sui sali-scendi di San Francisco, emulando Steve Mc Queen in "Bullitt", oppure tra le vie di Los Angeles, come il mitico Pace di "Gone in 60 Seconds".
di certo, dall'autoradio sarebbe uscita la musica di Willy Deville, dei Mountain e dei Rolling Stones.

e, di certo, avrei indossato (o, più probabilmente, avrei voluto indossare) un Seiko della serie 6139.

anche se la serie 6139 è il simbolo per eccellenza dell'orologeria giapponese (conosciamo la storia, e la battaglia del primo chrono automatico ad innesto verticale messo in produzione...), quell'estetica, quelle forme e colori, non possono non riportarmi alla mente la West Coast, i motori V8, gli inseguimenti e la musica di quel periodo...forse ho visto troppi film... :shock:

il primo esemplare, che vi avevo già presentato in un altro post, è un Seiko 5 Sports "Speed Timer", referenza 6139-7020:
Immagine

Immagine

Immagine
sin dal primo sguardo, appare subito un quadrante, a parer mio, stupendamente contrastato: il nero, predominante, è variegato egregiamente dalle lancette e gli indici bianchi, che stanno benissimo con la sottile striscia della la minuteria, ed il sotto-quadrante, tondo.
a dare un tocco di colore, ci pensano le lancette gialle, ed un pizzico di arancio-rossastro, che troviamo nella scritta "Speed Timer" e nella scalatura del sotto quadrante.
la cassa, di forma inusuale, quasi un cuscino, con le anse ben nascoste, ha un design davvero unico, ben bilanciato e piacevolissimo al polso. merito anche delle sue dimensioni (per l'epoca) extra-large: 39 x 40 mm, un vero gigante!
la "chicca" di questo esemplare, inoltre, è la tua totale coerenza: non c'è un singolo componente che non sia originale, bracciale a maglie ripiegate con scatoletta marchiata "5 Sports" compresa. per finire in bellezza, questa è una referenza destinata al Giappone soltanto.

il secondo esemplare, invece, è un Seiko 6139-6040:
Immagine

Immagine

Immagine
in questo caso, visto che la cassa ha una forma più "tradizionale", ad attirare gli sguardi ci pensa ben altro: il colore del quadrante.
difficile da capire bene, sembra che siano stati mischiati insieme il dorato, l'argento, un pò di bronzo ed una spruzzata di champagne...il risultato è stupefacente! alla luce del sole, il quadrante prende vita, in una miriade di riflessi dorati e scintillanti, per poi tornare ad una tonalità calda e morbida all'ombra, pur restando sempre molto accattivante.
a completare il "quadretto", ci pensa un sub-dial bianco perlaceo, di forma quadrata, che riprende a piene mani i tachimetri delle auto sportive americane.
la cassa, seppur sia qualcosa che appare come "già vista", sprizza sportività da tutti i pori. la scala tachimetrica esterna sottolinea maggiormente questa propensione. da notare che la prima parte appare senza più i riferimenti: in realtà, i riferimenti sono ancora tutti lì, ben stampati come nella parte nera...è la porzione grigia che, col tempo, s'è scolorita fino a diventare bianca, facendo sparire i riferimenti.
purtroppo, anche se i finali e la scatoletta di chiusura del bracciale sono coerenti, il resto del bracciale, seppur ben inserito nel contesto, non è quello proprietario del 6040. è pur sempre un bracciale originale Seiko, ma era destinato ad altri modelli di 6139.
in compenso, la referenza 6040 è una delle più rare (ma, a quanto ho appreso sul web, anche una delle più ricercate), ancor di più nella variante col quadrante dorato-bronzato (l'alternativa è in arancio).

in conclusione, penso che siano due pezzi fantastici, affascinanti, carichi di quell'atmosfera anni '70 che abbiamo visto tanto nei film, e che, magari, qualcuno ha proprio vissuto come mi immagino io...
Immagine

N.B.: so che Kennedy, quando uscirono questi due Seiko, già non c'era più, ma questa locandina dai colori sbiaditi era uno sfondo perfetto per delle foto dal sapore vintage!
Avatar utente
Curelin
Rookie
 
Messaggi: 42
Iscritto il: lunedì 19 novembre 2012, 13:35

Re: Doppietta Seiko 6139

Messaggioda Curelin » venerdì 10 maggio 2013, 18:21

grazie per i complimenti, molto, molto apprezzati :wink:

lo stile "seventies" di questi due chrono è quello che mi ha fatto innamorare a prima vista...soprattutto indossati nella bella stagione, con una t-shirt casual ed un paio di giusti rayban agli occhi...mi manca solo un bel V8, come sottolineavo nel primo post 8)

il bracciale originale, ti dirò la verità, non me lo vado a cercare. se lo dovessi incontrare per caso, allora si, magari lo prendo, ma devo dirti che con questo bracciale alternativo, non mi dispiace per nulla!

ora ci vuole un 6138!
Avatar utente
Curelin
Rookie
 
Messaggi: 42
Iscritto il: lunedì 19 novembre 2012, 13:35

Re: Doppietta Seiko 6139

Messaggioda Curelin » venerdì 10 maggio 2013, 21:42

---- ha scritto:Buona caccia, allora! ;)

(credo che un "ufo" sia nel mirino... sbaglio?) :D


Ufo, caruccio, ma preferirei l'8030! :)
Avatar utente
Curelin
Rookie
 
Messaggi: 42
Iscritto il: lunedì 19 novembre 2012, 13:35


Torna a Orologi oltre il confine



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron